Franz-BorgheseFranz Borghese (1941-2005) è stato un pittore, scultore e incisore romano.
Tra i maggiori artisti della seconda metà del novecento italiano, Borghese sviluppò nei primi anni ’70 un linguaggio personalissimo, che riuscì a mantenere coerente e credibile fino alla morte, sopraggiunta improvvisamente mentre lavorava al suo catalogo generale, uscito postumo. Nei quadri di Borghese, intrisi di sarcasmo e non di rado amara ironia, vanno in scena i vizi (molti) e le virtù (poche) della borghesia italiana, ritratta con corrosiva ferocia e impietoso senso del grottesco, con richiami che vanno dai film di Federico Fellini fino alle opere di George Grosz, resi con un tratto incisivo e di grande evidenza vicino alle illustrazioni satiriche di Mino Maccari. Acuto osservatore della sua epoca, Borghese da un lato mise a nudo il falso moralismo, l’avidità e la pochezza intellettuale della classe dirigente del paese, dall’altro seppe diventare un artista di culto proprio tra coloro i quali venivano sistematicamente derisi nelle sue opere, fino a diventare uno dei nomi più ambiti tra i collezionisti.

Opere in catalogo