il Bacio proiettato a damascoIl 6 febbraio di 96 anni fa moriva Gustav Klimt (1862-1918), uno dei massimi esponenti della cosiddetta Art Nouveau, protagonista e animatore della rivoluzione culturale che ridefinì i linguaggi artistici a cavallo tra ‘800 e ‘900. Artista di grande cultura e enorme capacità tecnica, elaborò alcune immagini che negli anni sono diventate iconiche e riprodotte in infinite versioni.

Ill giovane artista siriano Tammam Azzam si è confrontato con la sua opera più conosciuta, “Il Bacio”, proiettandola sulle macerie di un palazzo bombardato di Damasco, creando una stridente contrapposizione tra la bellezza dell’arte e dell’amore e l’orrore e le sofferenze che l’uomo continua a infliggere a se stesso.