Joseph-beuys-perugia

“La creatività non è limitata alle persone che praticano una delle forme tradizionali d’arte, e anche nel caso degli artisti la creatività non è ristretta all’esercizio della loro arte.
Ognuno di noi ha un potenziale creativo che viene adombrato dalla competitività e dall’aggressione del successo”.

Il 12 maggio di 96 anni fa nasceva in Germania Joseph Beuys (1921-1986), probabilmente il più importante artista della seconda metà del ‘900. Definito “lo sciamano dell’Arte” nella sua opera, di stampo prettamente concettuale, ricercherà sempre un’ armonia superiore tra Uomo e Natura, con una visione della vita fortemente spirituale. Attivo in prima persona nel sociale, fu un artista e soprattutto un uomo stimato da tutti i suoi colleghi, da Andy Warhol ad Alberto Burri. Proprio con quest’ultimo nel 1980, il 3 aprile, avvenne un importante incontro-confronto presso la Rocca Paolina di Perugia. Le lavagne realizzate dal tedesco sono ancora esposte nella nostra città, presso Palazzo della Penna, e consiglio assolutamente una visita per scoprire questo artista immenso.

Nella foto, Joseph Beuys davanti a una delle sue lavagne, Perugia, 1980