Wei_Chen_Terre_tecnica_mista_su_tela_100X100_2009Le due tele sono esposte e in vendita in Galleria, vi aspettiamo. Grazie.

Wei Chen (1984) è una pittrice cinese. La sua provenienza, un’antica e colta famiglia di antiquari, le permette una prima formazione di stampo classicista, nella quale impara a padroneggiare con maestria tecniche pittoriche e valori spaziali e compositivi di cui tutta la sua produzione posteriore recherà traccia. Da questo primo apprendistato, Wei Chen si proietta subito, per indole, a uno studio metodico nei confronti dei temi luministici, sviluppando un linguaggio fortemente personale, fatto di superfici monocromatiche ricche di asperità superficiali. L’incidenza della luce dà così luogo a infinite e suggestive vibrazioni di grande intensità visiva, raggiunte anche attraverso l’uso della terra, che l’artista è solita mescolare ai suoi pigmenti. Eliminando ogni elemento narrativo o non strattamente necessario, le opere di Wei Chen risultano essere fuori dal tempo, assorte in un mondo sospeso e per questo dense di fascino e mistero, come volessero sfuggire a interpretazioni superficiali o osservazioni troppo frettolose. La sua è una pittura raffinata e introspettiva, dove la sensibilità è però priva di sentimentalismi, dove sogno e pittura, come diceva Paul Klee, finiscono per essere la stessa cosa.
Fortemente legata all’Italia per motivi culturali, Wei Chen ha esposto molte volte ed espone tuttora nel nostro paese, dove il successo ottenuto la ha imposta come una delle più promettenti giovani artiste orientali.

Wei_Chen_Terre_tecnica_mista_su_tela_100X100_2009