luci-citta-invisibiliAnche le città credono d’essere opera della mente o del caso, ma né l’una né l’altro bastano a tener su le loro mura. [..] D’una città non godi le sette o settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda.
Quest’anno Italo Calvino avrebbe compiuto 90 anni: Imago Galleria d’Arte vuole omaggiare il grande autore con un evento dedicato ad uno dei suoi più celebri capolavori. Dall’8 Dicembre si accenderanno le “Luci dalle Città Invisibili”, un’esposizione di sculture luminose realizzate da sette artisti visivi.
Ogni opera è ispirata ad una città dell’universo calviniano:  la luce prende forma e racconta storie sempre diverse.

Dare forma alla sconfinata immaginazione di Italo Calvino, tradurre in tre dimensioni i suoi spazi letterari, giocare con la luce e la materia come il grande autore giocava con le parole. Le “Luci dalle città invisibili” è l’affascinante progetto di un gruppo di artisti visuali, ciascuno dei quali ha scelto una delle Città fantasticate da Calvino nel celebre romanzo del 1972, l’ha esplorata, se n’è lasciato sedurre e, ispirato da essa, ha costruito una scultura luminosa, un lampo emozionale che ci prende per mano e ci conduce verso i luoghi della fantasia e della creatività.