Grafica d’autore è solitamente il termine generico con cui  si definiscono le opere realizzate su carta, ma va fatta una distinzione tra opere uniche (disegni, tempere, acquerelli, tecniche miste) e multipli d’autore ottenuti mediante l’utilizzo di varie tecniche di stampa

I multipli d’autore vengono eseguiti su un preciso progetto dell’artista rivolto alla stampa di una tiratura, ossia di un numero predeterminato e limitato di copie la cui realizzazione viene curata dall’artista stesso in tutte le sue fasi fino alla firma autografa su ciascun foglio ed alla biffata, ovvero una vera e propria sfregiatura della lastra o matrice originale per impedire la produzione di ulteriori esemplari.

Molti si avvicinano ai multipli e alla grafica d’autore perché non hanno la possibilità di comprare un’opera unica, ma va precisato che queste opere a stampa vantano una lunghissima tradizione e sono spesso dei veri e propri oggetti preziosi. Ne è un clamoroso esempio l’acquaforte di Pablo Picasso del 1903 intitolata Pasto frugale, aggiudicata in asta nel 2004 per 1,18 milioni di dollari.

I multipli d’autore sono una forma espressiva altrettanto esemplificativa della poetica di un artista dell’opera unica, ma essendo più accessibili in termini di quotazione permettono ad un pubblico più vasto di appassionati di collezionare Arte o semplicemente di aprire la propria esperienza quotidiana alla bellezza.

L’arte moltiplicata ha acquisito un rilevante valore commerciale negli ultimi anni, soprattutto da quando le tecniche e i linguaggi dell’arte sono aumentati e sono cambiate le capacità di riproduzione, i multipli hanno cominciato ad appassionare un pubblico sempre più vasto, interessato ed informato.

Le tecniche di stampa d’arte

Acquaforte
Acquatinta
La puntasecca
Vernice molle o Ceramolle
Bulino
Litografia
Serigrafia
Blotted-Line
Offset
Giclée